Orchis palustrisMolto simile ad O. laxiflora, dalla quale differisce soprattutto per l’infiorescenza più densa, il labello maculato e striato di porpora al centro, con il lobo mediano più lungo e bilobo all’apice

Periodo di fioritura Maggio e giugno
Habitat Acquitrini, paludi anche retrodunali, tollerante all’acqua salmastra, fino a 500 m
Status e conservazione Rara, in poche stazioni di Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Puglia; segnalata in una singola stazione in Abruzzo e Basilicata; non segnalata di recente in Sicilia; assente altrove. È tra le specie vulnerabili nel “Libro rosso delle piante d’Italia” (Conti, Manzi & Pedrotti, 1993)

Torna all’elenco delle Orchidee spontanee del Monte Pisano

Orchis palustris areale

Orchis palustris Jacq.
Monte Pisano (Del Prete et al., 1990); Pisa (Coltano, Asciano, Bocca d’Arno) (PI-HB Pellegrini) Eurimedit.; G bulb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.