Serapias cordigeraPianta 15-45 cm Foglie lineari-lanceolate, maculate alla base, le superiori avvolgenti Infiorescenza compatta, di 3-8 grandi fiori Brattee ovato-lanceolate, striate, più lunghe dei sepali Sepali ovato-lanceolati, acuti, in un casco lungo Petali bruni, più corti dei sepali, nascosti nel casco, acuminati, base dilatata, margini ondulati Labello trilobo, grande, porporino, con due callosità basali scure, lucide, lineari; lobi laterali appena fuori del casco, con i margini tondi, scuri, a toccarsi; il mediano cuoriforme, con venature scure, peloso al centro ed alla base Sprone assente

Serapias cossyrensis B. et H. Baumann endemica dell’isola di Pantelleria, differisce per l’altezza minore e per i fiori più grandi

Periodo di fioritura Da aprile a giugno
Habitat Pascoli aridi o moderatamente umidi, cespuglieti e garighe, fino a 1100 m, su calcare
Status e conservazione Nota in Piemonte per una sola località

Torna all’elenco delle Orchidee spontanee del Monte Pisano

Serapias cordigera areale

Serapias cordigera L.
Monte Pisano (Del Prete et al., 1990; PI-HB Pellegrini); Pisa (Caruel, 1860); Volterra (Neri, 1894); San Giuliano (Santi, 1789)
Stenomedit.; G bulb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.